Home » Album di Figurine

Album di Figurine

Elvis Album di una vita

Elvis Album di una vita - NovAntico Editrice

Ernesto Zucconi

 

Pag. 80 con 329 immagini in bianco e nero e 140 figurine a colori da appiccicare sulle relative immagini

Formato 210x297 mm.

Brossura

 € 30,00 

 

Nel vasto panorama di personaggi famosi dello spettacolo, non sono poi molte le figure di spicco tale, da aver contrassegnato un’epoca conquistando una popolarità vastissima e venendo così rievocate frequentemente in giornali, riviste, libri e documentari.

Elvis Presley è una di quelle figure che non tramontano. Il carisma e la voce lo hanno stabilmente collocato nell’Olimpo di star che più brillano di luce propria. Cosa abituale è ascoltare le sue canzoni trasmesse alla radio, nelle pubblicità televisive, in sottofondo nei locali delle più disparate attività commerciali.

In occasione del quarantennale della morte (16 agosto 1977), l’amichevole disponibilità di un editore unita all’entusiasmo per un nuovo progetto, hanno portato alla realizzazione di questo album, pensato per quanti amano il Re del Rock o siano comunque interessati al collezionismo.

Il titolo dell’opera suggerisce l’impostazione cronologica del lavoro, avendo cura nel distribuire le centinaia di immagini selezionate con ragionato equilibrio, in modo da presentare ogni tappa della vita privata ed artistica con appropriato risalto, non trascurando istantanee di nomi famosi incontrati sia nei teatri che dentro e fuori del set: le origini, i primi anni, la scalata al successo; i quattro film d’inizio carriera; lo stacco del biennio di servizio militare, occasione d’incontro con Priscilla, sua futura sposa; il ritorno alla vita civile e la conferma dell’immutato favore del pubblico; la lunga parentesi di esclusiva attività cinematografica, responsabile della graduale mortificazione dei suoi talenti; l’esplosiva rinascita con il trionfale recital televisivo del 1968. Il contratto con l’International Hotel di Las Vegas, dove le esibizioni di Elvis registrarono un tutto esaurito confermando le sue doti di grande showman.

Due documentari, del 1970 il primo, girato nel corso degli show tenuti nel prestigioso albergo del Nevada; il secondo, del 1972, che raccoglie momenti dei suoi spettacoli in varie città statunitensi. Quindi, il canto del cigno: l’Aloha from Hawaii del 1973, trasmesso in mondovisione.

Il divorzio di Priscilla e i problemi di salute provocarono una decadenza inarrestabile, incidendo profondamente sul morale. Soltanto la vicinanza dei numerosissimi estimatori, che mai smisero di acclamarlo fino all’ultimo dei concerti, quei ragazzi di un tempo ora divenuti persone mature ma sempre giovani dentro e di una fedeltà a tutta prova, gli addolcì gli ultimi anni da vivere.

Elvis rimane. Pietra miliare che ha aperto nuove vie rivoluzionando, con la musica, anche i costumi.

Ernesto Zucconi