Home » Ultras

Ultras

80 VOGLIA DI CURVA FILADELFIA

80 VOGLIA DI CURVA FILADELFIA - NovAntico Editrice

BEPPE FRANZO

Brossura

Pag. 346 con oltre 900 immagini a colori e in bianco e nero   

cm. 21x29,7 con DVD

Stampato nel 2013 da NovAntico

 

 € 45,00 

 

Dieci anni vissuti sulle gradinate di una curva, seppure siano volati, sono lunghi e difficili da raccontare.  Gli anni Ottanta rappresentano per il mondo ultras l’apertura verso una nuova dimensione del tifo: provocatoria, estrema, nuova. Noi che abbiamo vissuto quel contesto siamo consci di essere testimoni di un fenomeno con storie fino a ora mai raccontate e non più ripetibili. La scena di quegli anni è popolata di giovani che affollano le gradinate per dar vita ai nuovi ‘ragazzi di stadio’ che, rispetto alla generazione del decennio precedente, trovano oltre alla politica, nuove forme d’aggregazione. Dal racconto emerge uno spaccato dell’evolversi della cultura giovanile degli anni ’80, un universo sotterraneo di vicende vissute a volte in maniera disarticolata e violenta (...)

 Non siamo né eroi né reduci di gloriose battaglie ma persone che hanno saputo vivere con intensità la giovinezza. Per molti di noi che provenivano dalle periferie delle città dove tutto era grigio e tetro, la passione delle gradinate, l’enfasi della balconata, la fratellanza e il senso d’appartenenza, l’amore per quei colori unici, ha spezzato il torpore dell’esistenza dando gioia al vivere.

Il ricordo di quegli anni sia seme per le generazioni a venire, la passionalità della nostra fede incentivo per la Curva Sud.

IL TATUAGGIO

IL TATUAGGIO - NovAntico Editrice

PROF. A. DE BLASIO

Prefazione e Postfazione Beppe Franzo

 Brossura

Pag. 224 - cm. 13,3x21,5
2013 pubblicato da NovAntico
 
 € 18,00 

 

Il tatuaggio e la scarificazione, modificazioni permanenti dell’epidermide umana diffuse presso le civiltà tradizionali e tramandatesi fino ai giorni nostri, hanno profonda analogia col mondo dei simboli. L’universo simbolico assume una forte valenza magica e apotropaica, profondamente unito alle virtù del valore delle attività legate al sangue...

PRIGIONIERO DI UNA FEDE

PRIGIONIERO DI UNA FEDE - NovAntico Editrice

MICHELE MANGOSIO

Brossura

Pag. 140 - cm. 13,3x21,5

2013 pubblicato da NovAntico

 

 € 16,00 

 

Noi ci siamo ancora e ci saremo sempre, anche senza la pezza e con le pezze al culo. Ci saremo per cercare di far capire ai giovani cosa eravamo e cosa rappresentavamo, con la nostra spavalderia, la nostra rabbia e anche le nostre contraddizioni. La curva: l’unico vero movimento di aggregazione giovanile degli ultimi sessant’anni, al cui interno tutte le classi sociali si sono mischiate.
Mi rivolgo ai giovani: Ascoltateci! Abbiamo tanto da raccontare e forse anche qualcosa da insegnare. Ritornate a cavalcare le transenne, radunate i vostri coetanei e invogliateli alla logica del gruppo e ai suoi valori! La logica di quell’esperienza di sintetizzava nel motto: Fare gruppo.  Se camminerete lungo questa strada, vivrete un sogno, come i vostri padri. Un anno un giornalista venne nel settore dei Liguria per fare delle interviste. Alla precisa domanda: ‘Come ti senti nel tuo gruppo, in mezzo alla tua curva?’, il grande Paolo urlò senza esitazioni: ‘Diglielo Cè! È come vivere una favola!’.
Ecco i nostri anni!
Ecco la Maratona!

FRATELLI DI GRADINATA

FRATELLI DI GRADINATA - NovAntico Editrice

ROSSELLA SERENO

Brossura

Pag. 124 con immagini a colori

cm. 13,3x21,5

2012 pubblicato da NovAntico

 

 € 16,00 

 

“È la “mentalità ultras” che li distingue dal tifoso appassionato, un insieme di idee e valori che trovano riscontro anche nella vita quotidiana. Un modo di concepire il calcio in maniera estrema, forte, a volte provocatoria, dove trovare e difendere sentimenti come l’amicizia, l’orgoglio, l’onore”.

VIA FILADELFIA 88

VIA FILADELFIA 88 - NovAntico Editrice

Una storia, una curva

 

BEPPE FRANZO

Brossura

Pag. 170 - cm. 13,3x21,5

2011 pubblicato da NovAntico

 

 € 16,00 

 

Per me e molti altri, che davanti al numero civico 88 di via Filadelfia, ci siamo dati appuntamento per lunghi anni quando la nostra squadra del cuore giocava in casa. Questo libro narra, in forma autobiografica, l’arco di tempo da fine anni 
Settanta ai primi anni Novanta del secolo scorso, da me vissuto tra i gruppi ultras della tifoseria juventina.
Per i protagonisti di allora, spesso identici tra loro al di là di bandiere e stendardi, ideologie politiche, differenti posizioni sociali, potrà essere un salto a ritroso nel tempo. Per ricordare, per riflettere, per stilare le dovute considerazioni e conclusioni. Un’esperienza che odi o ami, ma di cui ti ricorderai. Per sempre.