Elvis Presley

Elvis Presley - NovAntico Editrice

 Un fenomeno mondiale nelle cronache italiane - Volume I - 1956-1959 

Luca Castellino                             Ernesto Zucconi

Brossura

Pag. 156

cm. 21x29,7

ISBN: 978-88-98996-88-9

Stampato nel 2021 da NovAntico

 € 30,00 

I nostri organi di stampa, nell’estate del 1956, iniziarono ad interessarsi alla rivoluzione musicale e di costume che, dagli Stati Uniti, stava espandendosi nel Vecchio Continente. Se coi grandi divi del passato (da Rodolfo Valentino a Marilyn Monroe) ci si limitava a raccontarne amori, recensirne film e soffermarsi a descrivere l’entusiasmo degli stuoli di ammiratori, una questione, insomma, circoscritta allo spettacolo cinematografico e ai soliti pettegolezzi e curiosità sull’ambiente, qui si era di fronte a un caso insolito e decisamente più complesso. Si trattava, infatti, di un evento di particolare significatività, poiché ora l’attenzione si trasferiva necessariamente dalla persona in causa alle implicazioni sociali conseguite, che erano sotto gli occhi di tutti. Parliamo dell’euforia che aveva contagiato i giovanissimi americani, allarmando la collettività puritana, mobilitando le forze dell’ordine e persino i ministri del culto, i quali avevano scomodato nientemeno che il demonio per spiegare la cosa.

Queste pagine sono il risultato di una meticolosa ricerca e selezione, nei quotidiani e periodici italiani dell’epoca, del materiale relativo. Sono state consultate 31 testate giornalistiche con 458 articoli o citazioni su Elvis Presley, censiti per il periodo 1956-1959; circa 200 di essi sono presenti nel libro, inedito e - ci auguriamo - stimolante invito a scoprire le reazioni della stampa italiana di fronte al fenomeno, ripercorrendo un periodo della nostra storia durante il quale le nuove suggestioni provenienti d’oltreoceano diedero ulteriore impulso alla creatività artistica, spalancando le porte della notorietà a numerosi interpreti della canzone italiana.

Nostra cura nella raccolta delle notizie è stata principalmente quella di dare la precedenza ai giornali più importanti, non dimenticando le riviste a larga diffusione specializzate in curiosità ed aneddoti d’attualità; aggiungendo inoltre alcune cronache locali allo scopo di fornire completezza all’indagine svolta.

I cortesi lettori noteranno che, nello scorrere di articoli e saggi, sono state intercalate immagini extra opportunamente evidenziate da cornici: si è pensato di occupare gli spazi a completamento delle pagine con foto di concerti e di interviste, locandine, spartiti e cartoline promozionali italiane, il tutto comunque strettamente collegato all’impostazione cronologica degli avvenimenti.

Nella riproduzione dei testi si trovano qua e là, come normalmente capita, errori su nomi, date e accadimenti. Così, ad esempio, a un certo punto si legge che la città natale di Elvis, Tupelo, Mississippi, era stata “trasferita” nel Missouri; oppure che il protagonista avrebbe girato un certo film, in verità mai prodotto. Si è voluto, nel rispetto degli originali, mantenere quelle precise espressioni senza porvi manomissione alcuna.

 

 

MORIRE A BERLINO

MORIRE A BERLINO - NovAntico Editrice

 Le SS francesi gli ultimi difensori del bunker di Adolf Hitler 

Brossura

Pag. 322

cm. 15x22

ISBN: 978-88-98996-87-2

Stampato nel 2021 da NovAntico

 € 30,00 

Berlino ultimo atto. Il lettore di questa trilogia, dopo gli altri due volumi, cronologicamente, Brigade Frankreich e La Division Charlemagne, fondamentali per giungere all’atto finale, la battaglia delle battaglie, il Crepuscolo degli dèi, il quarto e ultimo dramma dell’Anello del Nibelungo di Richard Wagner. 

La fine del mondo nella mitologia nordica, la fine dell’Europa in questo lucido canto del grande Jean Mabire. Il canto escatologico dell’Edda.

Il Crepuscolo degli dèi, detto dai nostri antenati ragnarökkr, è stata l’ultima difesa del bunker che il Führer Adolf Hitler non volle abbandonare per stare, fino all’ultimo, vicino al suo popolo, al quale offrì la sua vita con dedizione incondizionata. La difesa della Cancelleria non era solo un obiettivo militare. Ivan aveva come fine la sua conquista il 1° maggio, ma ciò i giovani legionari SS lo impedirono, sacrificando le loro vite. Circa 300 volontari della SS Charlemagne partirono da Neustrelitz, facendo un secondo giuramento, destinazione la morte per la morte, come il Totenkopf che portavano sul loro Feldmütze. Durante la battaglia di Berlino, le SS francesi del battaglione d’assalto Fenet, lo Sturmbataillon e delle sue compagnie Labourdette, Michel, Olliver, Rostand e della Kampfschule Weber, distrussero ufficialmente sessantadue carri sovietici. Ottocento carri e veicoli blindati furono messi fuori uso, in una settimana, dagli uomini della Waffen SS a Berlino. La Cancelleria era da molti giorni sotto un fuoco ininterrotto dell’artiglieria sovietica in quell’inferno maleodorante. I comandi vennero improvvisati presso negozi, stazioni di polizia, fermate della metropolitana, sul cui marciapiede Krukenberg conferì una Croce di ferro. Struggenti gli atti di gratitudine della popolazione tedesca nel porgere ai loro salvatori francesi viveri, bevande e aiuti di primo conforto. A Fenet venne concessa, su proposta del Brigadeführer Mohnke, la Croce di Cavaliere della Croce di ferro. Cosa ha lasciato quella sconfitta? Solo dolore e oscurità? Se la risposta d’impatto può sembrare affermativa, con una riflessione a caldo la risposta è no. Heinz Linge, attendente di Hitler, disse al suo superiore, quando questi manifestò l’intenzione, congedandosi dai suoi uomini e liberandoli dal giuramento, di uccidersi: «Mio Führer possiamo ancora organizzare l’apertura di un varco, farle lasciare Berlino, in direzione ovest». Al suo rifiuto chiese per quale obiettivo avrebbe dovuto allora combattere. Per l’uomo che verrà, rispose il Führer.

Alessio Polignano

SARZANA 21 LUGLIO 1921: UNA PAGINA DI STORIA CONTROVERSA

SARZANA 21 LUGLIO 1921: UNA PAGINA DI STORIA CONTROVERSA - NovAntico Editrice

A cura di E. Zucconi

Brossura

Pag. 126

cm. 15x22

ISBN: 978-88-98996-83-4

Stampato nel 2021 da NovAntico

 € 20,00 

La “Caporetto del fascismo”: così furono definiti i tragici fatti del 21 luglio 1921 a Sarzana, in provincia di La Spezia, dal Partito Comunista, fondato a Livorno esattamente sei mesi prima (21 gennaio).

Come è facile immaginare, in casi come questo e per di più a distanza di un secolo, è quanto mai improbabile fare piena luce su quanto avvenne, risalendo all’origine dell’accaduto e vagliando le precise responsabilità non solo delle parti politiche in causa, ma anche quelle dei militari impegnati nel reprimere i tumulti e degli stessi governi Giolitti e Bonomi, l’uno in scadenza e l’altro in arrivo. In ogni caso, per cercare di offrire un quadro il più possibile obiettivo, è parso opportuno in questa sede far precedere al resoconto dello squadrista Giuseppe Gregori ed al corredo iconografico, una sintetica cronaca dell’accaduto, ottenuta attraverso la consultazione ed il confronto delle diverse fonti reperibili.

(dalla presentazione di Ernesto Zucconi)

LA FRANCIA DI VICHY

LA FRANCIA DI VICHY - NovAntico Editrice

 Una storia rimossa 

ERNESTO ZUCCONI

Brossura

Pag. 150

cm. 15x22

ISBN: 978-88-98996-84-1

Stampato nel 2021 da NovAntico

 € 25,00 

I quattro anni di Vichy (1940 - 1944) sono evaporati nel ricordo delle vicende francesi. La storiografia, puntuale nel raccontare il prima e il dopo, ha sfumato quel periodo imbarazzante concentrando l’attenzione sulla “Résistance”.

Ne è risultato un quadro alquanto semplicistico, in cui i soli patrioti riconosciuti sono i seguaci di de Gaulle che, esiliatosi a Londra, incitava via radio a colpire i “traditori”, ossia i lealisti di Pétain legittimamente investito dei pieni poteri dalle Camere riunite il 10 luglio 1940 dopo l’armistizio: una interpretazione obbediente ai canoni della tragicommedia giuridica di Norimberga, che da allora, in nome della libertà, limitano quella di analisi critica dei fatti.

Questo libro si propone di suggerire, attraverso il corredo documentale, una riflessione sugli aspetti sottaciuti di una realtà che lo stesso popolo francese oggi ignora.

Ernesto Zucconi

LA MARCIA SU ROMA

LA MARCIA SU ROMA - NovAntico Editrice

Brossura

Pag. 74

cm. 31,5x23,5

ISBN: 978-88-98996-86-5

Stampato nel 2021 da NovAntico

 € 25,00 

Questo libro è la riproduzione anastatica dell’Album ricordo agli abbonati de “IL POPOLO D’ITALIA” nel XIV annuale della sua fondazione (15 Novembre 1938 - Anno VII e.f.), volume a tiratura limitata.

Grazie a una bellissima selezione di immagini viene ricostruito quello che è stato lo spirito rivoluzionario della Marcia su Roma.

Le fotografie ci permettono di rivivere quei momenti attraverso gli occhi di chi vi prese parte.

Un libro di pregio da collezionare.

Ernesto Zucconi